redazione@tgplus.it
TG+TG+ Treviso

A fuoco nella notte l’ex discoteca M1 di Montebelluna

275Views
Condividi sui social

CRONACA. A fuoco nella notte l’ex discoteca M1 di Montebelluna

Durante la notte un incendio ha colpito uno stabile fatiscente, per la precisione un ex casolare abbandonato precedentemente adibito a discoteca: nientemeno che la fu M1 in via Ponte di Legno a Montebelluna. Le cause del rogo sono ancora oggetto di accertamento da parte dei militari dell’Arma dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco, tempestivamente intervenuti per limitare i danni e garantire la messa in sicurezza della zona circostante. I pompieri, in particolare, hanno dovuto lavorare alacremente dalla notte fonde sino alla mattina inoltrata. Non sono stati segnalati danni a persone. Al momento, l’ipotesi più accreditata sui due piedi, è che l’ex discoteca fosse abusivamente impiegata come rifugio estemporaneo da alcuni senzatetto, e che nel tentativo di scaldarsi essi potrebbero aver acceso un fuoco divenuto poi ingestibile.

CRONACA. Indagine criptovalute, la GdF perquisisce altri 38 soggetti

La Guardia di Finanza di Treviso ha effettuato delle perquisizioni in diverse regioni  italiane alla ricerca di carte  che gli inquirenti ritengono importanti ai fini dell’indagine sulla New Financial Technology. Nel mirino delle Fiamme Gialle sono finiti 38 “collocatori”, agenti che per conto di Cristian Visentin, Mauro Rizzato e Emanuele Giullini, che erano a capo della Nft, avrebbero operato per raccogliere denaro che sarebbero stato trasformato in un investimento in criptovalute e che avrebbe dovuto rendere ai clienti il 10% mensile attraverso il meccanismo del cosiddetto “arbitraggio”, ovvero l’acquisto e la vendita attraverso diverse piattaforme permettendo di guadagnare sui differenziali di prezzo. I movimenti di denaro della Nft condurrebbero a 7 paesi destinatari di una rogatoria per le indagini bancarie: Lituania, Bulgaria, Svezia, Spegna, Croazia, Molta e Repubblica Ceca.

CRONACA. Va a correre al mattino, centrato da un’auto: l’allarme a Meduna

A Meduna di Livenza, lungo via Bosco Albaredo, un’autovettura Peugeot condotta da un italiano classe 1963, per cause in corso di accertamento, ha urtato un pedone, cittadino italiano classe 1957. Quest’ultimo stava correndo su un lato della carreggiata. Il ferito è stato trasportato presso ospedale di Treviso con politraumi, non in pericolo di vita. Intervenuta pattuglia di Carabinieri per gli accertamenti del caso.

SALUTE. Un “Aperitivo dell’Amore” nella Giornata Mondiale contro l’AIDS

Venerdì 1° dicembre in occasione della Giornata mondiale contro Hiv/Aids i volontari e le volontarie dell’associazione ANLAIDS Treviso organizzano alle 19.00 “L’aperitivo dell’amore” all’osteria OstiNate. Un’occasione aperta a tutti i cittadini e cittadine per trascorrere un momento insieme, all’insegna della convivialità, della solidarietà e della sensibilizzazione sulla prevenzione delle malattie a trasmissione sessuale. In questa occasione verrà offerto gratuitamente il test rapido. L’iniziativa è patrocinata dall’Ulss 2-Marca Trevigiana.
L’approfondimento su Notizie Plus


Condividi sui social