redazione@tgplus.it
Senza categoriaTG+

Cade la prima neve – TG Plus

1000Views
Condividi sui social

Notizie 20 novembre – TG Plus edizione pomeriggio

 

Cronaca. Su Pianezze e Cansiglio cade la prima neve: temperature in picchiata

Scesi tra i dieci e i cinque centimetri sul monte Cesen nella notte. Imbiancato anche il vittoriese e la zona del monte Pizzoc. Disagi fortunatamente limitati. Ritardi sulla linea ferroviaria tra Treviso e Venezia

Cronaca. Salvati dai soccorsi tre alpinisti trevigiani bloccati al gelo alle cave del Predil

Tre alpinisti veneti sono rimasti bloccati dal pomeriggio del 18 novembre fino a quello del 19 sulla Cima Strugova, elevazione del Gruppo del Mangart nelle Alpi Giulie Occidentali nella zona di Tarvisio (Udine). Si tratta di un coneglianese, un vittoriese e uno di Santa Lucia di Piave di età compresa tra i quaranta e i cinquant’anni. I tecnici del soccorso alpino e speleologico della stazione di Cave del Predil li hanno raggiunti e messi in salvo dopo un difficilissimo e rischioso intervento, complicato dal maltempo dalla nevicata e dalle nubi basse, oltre alle temperature attorno ai -10 gradi. Il maltempo ha infatti impedito anche l’uso dell’elicottero per il recupero degli escursionisti.

Cronaca. Fa la pipì contro la basilica veneziana: multa da tremila euro a un ragazzo di Castelfranco

Protagonista un giovane castellano a Venezia, chiesa di Madonna della Salute Sorpreso dalla municipale in questi giorni di controlli rafforzati per i pellegrinaggi

Cronaca. Chili di droga dalla Spagna al Veneto, anche due trevigiani tra le persone coinvolte. 

Perquisite all’alba dai carabinieri le abitazioni di due uomini colpiti da misura cautelare e finiti nell’inchiesta della procura di Venezia su un traffico internazionale di stupefacenti. Sequestrati ingenti quantitativi di droga di importazione dalla Spagna, come marijuana e hashish, per un volume complessivo stimato di circa 200 chilogrammi, poi smerciati nell’hinterland veneziano, nonché nelle province di Padova, Vicenza e Treviso, anche in prossimità di istituti scolastici, soprattutto tra i minorenni.

 


Condividi sui social