redazione@tgplus.it
TG+ Economia

Fusione Hera-Asco, nasce EstEnergy – TG Plus ECONOMIA

1.27KViews
Condividi sui social

Notizie 30 dicembre – ECONOMIA

 

Utility. Fusione Hera-Asco, nasce EstEnergy

Manca pochissimo alla partenza ufficiale del nuovo gigante delle multiutility. Da dopodomani diverrà infatti operativa EstEnergy, la nuova società nata dalla fusione di Hera (che detiene il 52% delle azioni del soggetto) e Ascopiave (48%). Il nuovo presidente sarà Giovanni Zoppas, con Nicola Cecconato consigliere; la società potrà contare su un portafoglio clienti di oltre un milione di utenze attive.

Manifatturiero. Luci e ombre sulla calzatura

Va in archivio un 2019 contrastante per il comparto della calzatura italiana, un settore che interessa direttamente la Marca col distretto dello scarpone. Secondo i dati diramati dal Centro Studi Confindustria Moda negli ultimi dodici mesi sono calate sia la produzione (-2,9% rispetto al 2018) che la domanda interna (-3,3%) mentre è cresciuta la fetta d’importanza dell’export che ha registrato un incoraggiante +6,7%. E’ crisi soprattutto per i piccoli laboratori con marchio proprio mentre resta stabile la situazione delle grandi griffe.

Finanza. Banca Ifis, via libera al nuovo statuto

L’assemblea degli azionisti dell’istituto di Mogliano Veneto ha approvato nei giorni scorsi le modifiche statutarie relative alla struttura interna ed alla remunerazione. Oltre a ciò, l’assemblea ha dato via libera alle nuove politiche interne per il reclutamento di figure manageriali necessarie per lo sviluppo strategico.

Consumi. Festività, 200 milioni di spesa

Cibarie, bevande e golosità: a ravvivare il panorama economico trevigiano sono ancora una volta le festività di fine anno. Per i tradizionali banchetti di Natale e Capodanno infatti le famiglie della Marca hanno scelto principalmente prodotti enogastronomici provenienti dal vasto patrimonio di tipicità della food economy locali. Le stime di Confartigianato parlano di una spesa complessiva di 200 milioni di euro per pranzi e cene all’insegna principalmente del Made in Italy, con i prodotti trevigiani (Doc, Docg, Dop e Igp) in prima fila.


Condividi sui social