redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Michele Davanzo, quattro indagati per la sua morte sul lavoro – TG Plus NEWS Venezia

622Views
Condividi sui social

CRONACA. Michele Davanzo, quattro indagati per la sua morte sul lavoro

Capire cosa è successo al loro caro; sapere perché lunedì mattina, come ogni giorno, è uscito di casa, quella casa dove abitavano da sempre tutti insieme, a Trezze di Musile di Piave, per andare al lavoro e la sera non è più tornato. E’ questo che chiedono innanzitutto i genitori e il fratello di Michele Davanzo dall’inchiesta aperta dal Pubblico Ministero della Procura di Pordenone sull’ennesima tragedia sul lavoro costata la vita, a soli quarant’anni, il 6 marzo, all’operaio specializzato presso la Tenuta Sant’Anna di Loncon di Annone Veneto, Si attendono le prime risposte sulla morte bianca del 40enne di Musile dall’autopsia di lunedì: la Procura di Pordenone indaga quattro persone, tra cui il datore di lavoro ed il legale rappresentante dell’azienda dov’è avvenuto l’infortunio.

CRONACA Autostrada A4, incidente fra mezzi pesanti

Ennesimo incidente nel famigerato tratto di Autostrada A4, tra Cessalto e San Stino di Livenza, sulla carreggiata in direzione di Trieste. Nel primo pomeriggio di oggi, venerdì 10 marzo, si sono scontrati alcuni mezzi pesanti, di cui uno dei conducenti è rimasto incastrato nella cabina dell’abitacolo. Sul posto sono intervenuti i sanitari del Suem 118 insieme con i vigili del fuoco, la polizia stradale e gli ausiliari del traffico. Inevitabili le ripercussioni sulla circolazione stradale:  è stato chiuso lo svincolo di San Donà e di Cessalto in entrata in direzione Trieste, con l’istituzione dell’uscita obbligatoria a San Donà. La situazione è tornata alla normalità verso le ore 17.

CRONACA. Spaccate a Mestre, la Polizia arresta uno dei presunti autori

La Polizia di Stato di Venezia, ha arrestato un individuo di origini straniere il quale si sarebbe reso responsabile di furto aggravato. Nei giorni scorsi, una segnalazione di un furto ai danni di un’attività di ristorazione di Mestre pervenuta al 113, ha permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico del presunto autore del reato, il quale, dopo essere stato intercettato dagli agenti intervenuti sul luogo dell’accaduto, avrebbe tentato di darsi alla fuga. L’uomo sembrerebbe fosse riuscito ad introdursi all’interno dell’esercizio commerciale infrangendo una vetrina dell’attività commerciale con l’ausilio di un tombino recuperato nelle immediate vicinanze. L’indagine effettuata si inserisce nell’ambito dell’attività di contrasto alle cd. “spaccate” che, in quest’ultimo periodo, stanno interessando i cittadini ed i negozianti della terraferma veneziana.

CRONACA. La Guardia di Finanza sequestra 5 tonnellate di vongole

Il Reparto Operativo Aeronavale di Venezia, nell’ambito di un servizio di controllo in laguna, ha sottoposto a sequestro diverse partite di vongole, per un ammontare complessivo pari a circa 5 tonnellate. Nello specifico, l’attività ispettiva, condotta dal servizio navale della Guardia di Finanza del Veneto, che ha interessato sia la provincia di Venezia che di Rovigo, si è conclusa con il rinvenimento a bordo di due automezzi commerciali del predetto prodotto ittico, successivamente sottoposto a sequestro per la violazione della normativa europea e nazionale di settore.


Condividi sui social