redazione@tgplus.it
TG+ CulturaTG+ Cultura - Venezia

SPECIALE CINEMA – Dopo il matrimonio – TG Plus CULTURA

1.15KViews
Condividi sui social

Come si declina in chiave moderna e femminile una pellicola basata sui rapporti tra uomini che nella sua versione originale sfiorò l’Oscar al Miglior Film Straniero?

 

After the Wedding – Dopo il Matrimonio è il remake in rosa dell’omonimo film danese diretto da Susanna Bier, che nel 2006 ottenne un grandissimo successo di critica guadagnandosi la candidatura all’oscar per il miglior film straniero, statuetta poi vinta in quell’edizione dal tedesco Le Vite degli Altri.

Diretto da Bart Freundlich e sceneggiato da lui stesso, a partire dall’originale soggetto di Susanne Bier e Anders Thomas Jensen, Dopo il matrimonio racconta la storia di Isabel, una donna che, come sotto la guida di una forza ineluttabile, ha dedicato la sua vita alla cura dei bambini poveri lavorando alla direzione di un orfanotrofio in una baraccopoli di Calcutta. E poi racconta la storia di, Theresa, una donna che può contare su una brillante carriera lavorativa, un amorevole marito e una figlia che sta per sposarsi. Ma l’invito al matrimonio di Isabelle, arrivata a New York per cercare fondi per il suo orfanotrofio in India, farà emergere alcuni segreti che cambieranno per sempre le loro vite.

After the Wedding non si discosta affatto dalla trama del suo progenitore danese, a cui naturalmente è ispirato. Il grande valore aggiunto qui è costituito dalla coppia di fuoriclasse che si dividono la scena e che consentono una perfetta declinazione al femminile della storia: la veterana premio oscar Julianne Moore e la pluricandidata all’oscar, vincitrice di due Golden Globe, Michelle Williams. Due attrici spettacolari che riempiono la scena e tengono su praticamente da sole l’intera pellicola.

Dopo il Matrimonio è nelle sale italiane da giovedì 27 febbraio. Un film da vedere, senza se e senza ma.


Condividi sui social