redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

COVID, 251 nuovi casi nel veneziano – TG Plus NEWS Venezia

990Views
Condividi sui social

CRONACA. COVID, 251 nuovi casi nel veneziano

Emergenza Coronavirus. Il bollettino di Azienda Zero di oggi, giovedì 18 novembre, dato riferito alle 8, registra rispetto alle 8 di ieri, 1.603 nuovi casi di contagio in Veneto, dei quali 251 in provincia di Venezia. In Regione il numero degli attualmente positivi è a quota 18.628, dei quali 3.065 nel veneziano. Complessivamente, dall’inizio della pandemia sono stati registrati 496.329 contagi nel territorio regionale, 81.550 nella provincia veneziana. Situazione ricoveri: sono attualmente 306 i pazienti positivi al COVID in cura negli ospedali veneti, nelle aree non critiche, 55 nelle terapie intensive.

CRONACA. Profilassi anti-COVID, 1.332.304 dosi nel veneziano

Stando agli ultimi dati, relativi alla 23.59 del 17 novembre, in Veneto sono state somministrate un totale di 7.483.251 dosi di vaccino. Nella giornata di ieri sono state vaccinate 17.211 persone. Ad oggi, sono 3.718.091  le persone che in Veneto hanno completato il ciclo di vaccinazione. Inoltre, 240.219 hanno ricevuto finora la dose addizionale. Guardando alle singole aziende sanitarie del territorio veneziano, nell’Ulss 3 Serenissima sono state finora somministrate 978.567 dosi, nell’Ulss 4 Veneto Orientale le dosi sono 353.737.

CRONACA. Festa della Madonna della Salute: stamattina aperto il ponte votivo

Si è tenuta nella mattinata di oggi, giovedì 18 novembre, l’apertura del ponte votivo sul Canal Grande in occasione delle celebrazioni della Festa della Madonna della Salute. La cerimonia è stata officiata dal Patriarca di Venezia Francesco Moraglia.Torna dunque possibile il pellegrinaggio, dopo il blocco dello scorso anno per la pandemia, sul tradizionale ponte votivo allestito all’altezza del traghetto tra Santa Maria del Giglio e San Gregorio che consente il passaggio dei fedeli verso la basilica. Il taglio del nastro è stato preceduto dalla benedizione del ponte e seguito dal passaggio della processione sulla struttura fino all’arrivo in basilica. Qui il Patriarca Moraglia, ricordando le sofferenze che il mondo sta attraversando a causa del Covid, ha recitato la preghiera di affidamento della città alla Madonna della Salute.

CRONACA. Poste Italiane, ritiro delle pensioni scaglionato dal 25 novembre al 1° dicembre

Poste Italiane comunica che anche per l’ultima parte del mese di novembre sarà previsto l’anticipo dei termini di pagamento dei ratei pensionistici con calendario dal 25 novembre al 1° dicembre. Per tutti gli Uffici Postali aperti in un’unica giornata in tutta la settimana, il pagamento sarà effettuato a tutte le lettere nella stessa giornata. La lista degli Uffici Postali abilitati al pagamento delle pensioni e relative informazioni sulle giornate di apertura saranno disponibili anche sul sito aziendale www.poste.it e al numero verde 800.00.33.22. Inoltre, si ricorda che è ancora in vigore l’importante convenzione stipulata tra Poste Italiane e l’Arma dei Carabinieri, in base alla quale i pensionati di tutto il Paese di età pari o superiore a 75 anni – che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli Uffici Postali e che riscuotono normalmente la pensione in contanti – possono richiedere, delegando al ritiro i Carabinieri, la consegna della pensione a domicilio per tutta la durata dell’emergenza sanitaria, evitando così di doversi recare presso gli Uffici Postali.


Condividi sui social