redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Giornata della Memoria, le celebrazioni nel veneziano – TG Plus NEWS Venezia

1KView
Condividi sui social

ATTUALITA’. Shoah, il messaggio del sindaco Brugnaro alla Cerimonia cittadina

“La memoria delle vittime innocenti di quelle atrocità è patrimonio dell’intera nazione: va onorata, preservata e trasmessa alle nuove generazioni perché non avvengano mai più quegli orrori”. Con queste parole il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha aperto la Cerimonia cittadina per il Giorno della Memoria 2021, che si è svolta ieri al Teatro La Fenice. “Siamo chiamati non soltanto a ricordare coloro che sono stati perseguitati, uccisi e trattati in modo disumano, ma abbiamo il dovere di smuovere le nostre coscienze e saper far “Memoria” del male che uomini sono stati in grado di generare verso altri uomini” ha detto il primo cittadino ricordando la data del 27 gennaio 1945, quando le truppe dell’Armata Rossa, in direzione della Germania, liberarono il campo di concentramento di Auschwitz. Richiamando il discorso del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nella cerimonia dello scorso anno, il sindaco ha aggiunto: “Abbiamo la necessità che, attraverso la “Memoria”, si possa contribuire a costruire quel percorso che scongiuri definitivamente un ritorno al passato”.

ATTUALITA’. Jesolo, bandiere a mezz’asta per la Giornata della Memoria

Il Comune di Jesolo aderisce all’iniziativa per la Giornata della Memoria promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri del prossimo 27 gennaio. Negli edifici pubblici le bandiere italiana ed europea saranno poste a mezz’asta in memoria delle vittime dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti. “L’immane tragedia che ha preso forma nell’orrore della Seconda guerra mondiale – dichiara il sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia – ancora oggi riecheggia nelle nostre menti la brutalità che l’uomo è in grado di manifestare e ci serve da monito per far sì che l’umanità non si trovi mai più a vivere nella paura e nell’odio. La brutalità della Guerra e il modo in cui vite innocenti sono state piegate e spezzate non devono cadere nell’oblio ma diventare il manifesto di ciò che non vogliamo che sia il mondo”.

ATTUALITA’. La Regione pubblicherà il bando per i ristori in agricoltura

Ricevuto il nulla osta della terza Commissione Consiliare, la Regione del Veneto pubblicherà il bando per la presentazione delle domande di ristoro riservate agli orticoltori veneti che hanno subito perdite a causa dell’emergenza sanitaria. A renderlo noto è Coldiretti Veneto. In provincia di Venezia sono  solo una cinquantina le aziende orticole che non hanno beneficiato del precedente ristoro “ Questo provvedimento ci consente di raggiungere tutte le aziende che hanno denunciato ingenti perdite a seguito della pandemia e anche se si tratta di un piccolo contributo, serve comunque a portare una boccata d’ossigeno alle imprese” afferma il direttore di Coldiretti Venezia Giovanni Pasquali.  Coldiretti sottolinea che lo stanziamento è relativo alla misura straordinaria del Programma di Sviluppo Rurale che grazie alla disponibilità di 23milioni di euro ha aiutato oltre 6mila imprese dei vari comparti in sofferenza. “Questo disimpegno del residuo finanziario  predisposto dalla Giunta del Veneto – conclude Coldiretti – completa definitivamente l’operazione rivolta alle realtà agricole che non si sono mai fermate garantendo occupazione anche durante il lock down e la fornitura di cibo milioni di cittadini attivando, inoltre,  iniziative di solidarietà per famiglie in difficoltà, persone bisognose non trascurando neppure l’attenzione al fenomeno in crescita delle nuove povertà.

SPORT. Volley Team Club, 0-3 il risultato finale con Trento. Rivincita attesa già fra 7 giorni

Gara senza esclusione di colpi di scena quella tra UniTrento e Volley Team Club San Donà. Il finale lascia un amaro 0-3 sulla bocca dei sandonatesi, che però non possono rimproverarsi nulla, avendo dato il tutto per tutto e giocando uno splendido volley nell’ultima metà della gara. «Purtroppo il primo set c’ha condizionato – ammette a caldo coach Bertocco – e non siamo riusciti a rimetterci subito in carreggiata, condizionando il proseguo della partita. Un peccato, perché nel terzo set eravamo riusciti a mettere a punto diverse situazioni favorevoli, ma siamo venuti a mancare proprio nelle fasi finali». Analizzando gli ultimi due set, però le prospettive per il ritorno sono buone: «Domenica dovremo essere molto più attenti nelle situazioni di ricezione in particolare, e non concedere una battuta facile. Puntavamo a fare un risultato positivo oggi, ma c’è comunque di buono la reazione della squadra, che cerca sempre di onorare il campo. Tra sette giorni speriamo in un risultato diverso».


Condividi sui social