redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Pedinava i passanti e li aggrediva: giovane cittadino moldavo in libertà vigilata – TG Plus NEWS Venezia

221Views
Condividi sui social

CRONACA. Pedinava i passanti e li aggrediva: giovane cittadino moldavo in libertà vigilata

La Polizia di Stato di Venezia ha dato esecuzione all’ordinanza applicativa della misura di sicurezza provvisoria della Libertà vigilata, con ricovero presso una Comunità Terapeutica Residenziale Protetta, nei confronti di un giovane cittadino moldavo, con numerosi precedenti, sospettato di essere l’autore di violente aggressioni ai danni di ignari passanti, avvenute nell’ultimo anno e mezzo nel centro storico della città lagunare. In particolare l’uomo, recentemente ed in due diverse occasioni, avrebbe pedinato le vittime nei pressi della stazione ferroviaria di Venezia Santa Lucia o in prossimità del Ponte della Costituzione per poi sferrare loro, senza apparente motivo, pugni alla schiena o al volto dandosi poi a precipitosa fuga.

CRONACA. Colti in flagranza dalla Squadra Mobile con la droga: 5 arresti, 1 denuncia

La Squadra Mobile di Venezia ha arrestato 5 persone e ne hanno denunciata un’altra per reati in materia di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione ai fini di spaccio. Nello specifico, gli individui, tutti irregolari sul territorio nazionale e gravati da precedenti, sono stati sorpresi in flagranza di reato con numerosi dosi di cocaina e hashish all’interno di un appartamento in pieno centro a Venezia-Mestre, il quale era stato attrezzato di tutto il necessario per la preparazione ed il confezionamento della sostanza stupefacente. Per tre dei presunti spacciatori l’Autorità Giudiziaria ha disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria mentre, per i restanti, è scattato il divieto di dimora nella provincia di Venezia.

CRONACA. Marghera, sgomberato l’ex asilo “Sacro Cuore”

Nel fine settimana è stato effettuato un nuovo sgombero a Marghera in Piazza Sant’Antonio, all’ex asilo “Sacro Cuore”. All’interno dello stabile sono stati sorpresi tre soggetti, di nazionalità straniera, insediatisi abusivamente. Le tre persone sono state fotosegnalate e la loro posizione sul territorio dello Stato è ora al vaglio dell’Autorità. Durante l’ispezione all’interno dell’edificio, sviluppato su due piani e composto da numerose stanze, sono stati scoperti alcuni giacigli, oltre a rifiuti di vario genere. La ditta incaricata dalla proprietà ha quindi provveduto alla chiusura di tutti gli accessi.

CRONACA. Mestre, scoperto bivacco in un sottopasso

Un altro sgombero è stato effettuato, sempre nei giorni scorsi, in via Giovanni da Verrazzano, al sottopasso che conduce dall’area cimiteriale verso Santa Maria dei Battuti. Gli operatori di Polizia locale, intervenuti unitamente a personale Veritas, hanno provveduto alla rimozione di alcuni giacigli e vari materassi, coperte, cuscini, indumenti, valigie e rifiuti vari.


Condividi sui social