redazione@tgplus.it
TG+ CulturaTG+ Cultura - Venezia

Sguardi di Pietra, Venezia e le sue statue – TG Plus CULTURA

1.26KViews
Condividi sui social

Un libro su Venezia, fatto di immagini a volo d’uccello sui monumenti e le chiese della città, ripresi durante il periodo del lockdown, quando il dramma della pandemia ha offerto uno sguardo inedito su calli e canali svuotate dai turisti. “Venezia – Sguardi di Pietra” è il libro, in fase di pubblicazione dalla veneziana Vision.

Il volume contiene gli scatti realizzati da Marco Sabadin, con testo di Giandomenico Romanelli e la grafica di Sandro Galante.  Il libro consta di 168 pagine in grande formato 24 cm x 32cm, molte foto in doppia pagina, stampato in 4 colori + 1. Si è voluto dare un colore in più, il bronzo, altrimenti non riproducibile in CMYN, per poter accarezzare anche il colore delle statue.

“Il 2020 ha messo in difficoltà molti di noi, ci ha privato di molte libertà che immaginavamo mai nessuno potesse togliere”, racconta Marco Sabadin, “abbiamo smesso di viaggiare, di muoverci, di riunirci e divertirci in compagnia. Il Covid 19, così l’han chiamato, ci ha limitato perfino nel respirare. Io ho avuto la fortuna e l’opportunità di documentare per conto di Agence France Press e per il quotidiano Corriere del Veneto con il quale collaboro, alcuni dei terribili momenti del lockdown. Volando con il drone ho fatto vedere al mondo una città deserta, come mai l’avevo vista. Ho piazzato la fotocamera sotto ad un quadricottero di 1 kg e ho lavorato in situazioni complesse come il centro storico di Venezia. E l’idea che avevo da tempo, ma che non riuscivo a sviluppare, è diventata progetto. E volo su volo, permesso su permesso, sono riuscito a cucire degli itinerari su tutta la città. Ho scattato foto alle statue poste sulle sommità dei monumenti e delle chiese, in qualsiasi momento si potesse scattare. Non si tratta di un catalogo di statue, compito molto più ampio e fuori da quello che mi ero prefissato, vuole essere invece un percorso in itinerari, un punto di vista diverso, inedito”.

“Molti di noi”, conclude Sabadin,  “vorrebbero salire su questa o quella finestra, su un campanile piuttosto che sul tetto di una chiesa, per vedere dall’alto, per avere uno sguardo nuovo, per crearsi stimoli nuovi. Con questo libro si è cercato di portare a casa vostra, sulla Vostra poltrona, o per un regalo ad un amico queste emozioni”.

Per maggiori informazioni:

https://veneziavision.it/


Condividi sui social