redazione@tgplus.it
TG+

Treviso Europa Network a Bruxelles si confronta con l’UE – TG Plus NEWS

856Views
Condividi sui social

Notizie 27 gennaio – edizione sera

 

Attualità. Treviso Europa Network a Bruxelles si confronta con l’UE

“Treviso Europa Network” vola a Bruxelles per studiare nuove possibilità di progettazione, programmazione e intercettare fondi europei. Una delegazione composta da Provincia di Treviso, Comune di Treviso, Camera di Commercio di Treviso e Belluno, Ulss 2 e ISRAA che nel 2019 hanno dato vita alla rete TEN grazie alla firma di un Protocollo d’Intesa, dal 28 al 30 gennaio sarà nella capitale belga, sede di varie istituzioni dell’Unione Europea, per monitorare futuri sviluppi della programmazione 2021/2027 e l’impatto sul territorio trevigiano oltre che attivare un confronto con la sede di Bruxelles della Regione Veneto sulla futura strategia dei fondi europei. L’articolo d’approfondimento su Notizieplus

Cronaca. Smog alle stelle, domani a Treviso torna allerta arancione

A causa del superamento per 4 giorni consecutivi del limite di 50 microgrammi/m3 di Pm10, domani, martedì 28 gennaio, il livello di allerta passerà ad “Arancione”. Sarà interdetta la circolazione dalle 8.30 alle 18.30 alle vetture alimentate a benzina EURO 0 e EURO 1, veicoli a gasolio EURO 0, EURO 1, EURO 2, EURO 3 ed EURO 4, i veicoli commerciali a gasolio EURO 0, EURO 1, EURO 2 e EURO 3 oltre ai ciclomotori e motoveicoli EURO 0.

Attualità. Frase di Mussolini, polemica rovente

Non si placa la bufera causata dall’utilizzo in un social network di una frase del dittatore da parte dell’assessore al sociale del Comune di Conegliano, Sonia Colombari. La notizia, rimbalzata ieri dagli organi di stampa, continua a creare scompiglio nel panorama politico. La critica principale è la pessima scelta di tempistica da parte della Colombari che ha citato Mussolini nell’imminenza della Giornata della Memoria che ricorre oggi ed in cui si ricorda l’orrore dell’Olocausto.

Attualità. Cresce il polo aeroportuale del Nordest, non il Canova

Il polo aeroportuale del Nordest, ossia l’insieme dei quattro aeroporti “Marco Polo”, di Venezia, “Antonio Canova”, di Treviso, “Valerio Catullo”, di Villafranca di Verona, e “Gabriele d’Annunzio”, di Brescia, ha registrato nel 2019 un aumento complessivo di traffico del 2,8% rispetto all’anno precedente, sfiorando i 18,5 milioni di passeggeri. Lo rende noto il Gruppo Save, società di gestione del sistema di scali. Il dato deriva da una crescita dei viaggiatori sulle piste di Venezia (+3,4% a 11,5 milioni) e di Verona (+5,2% a 3,6 milioni di passeggeri), e da una flessione, invece, del “Canova”, di Treviso, che ha accusato un -1,6% fermandosi a 3,25 milioni di viaggiatori.


Condividi sui social