redazione@tgplus.it
TG+TG+ Treviso

Ventottenne cade dal terrazzo di casa – TG Plus NEWS Treviso

856Views
Condividi sui social

MALTEMPO. Conta dei danni a Cordignano

Prima conta dei danni informale a Cordignano dopo il maltempo. Gli immobili danneggiati dall’uscita del Meschio lo scorso 4 dicembre sono stati 500 tra case, condomini, negozi, pubblici esercizi e attività commerciali. La stima economica ancora manca, il Comune l’avrà appena i cittadini avranno compilato i moduli della Regione.

CRONACA. 28enne cade dal terrazzo

Cade dal terrazzo di casa una ragazza di 28 anni, è grave ma non in pericolo di vita. Sono ancora da accertare i motivi per i quali la giovane sia caduta dal terrazzo ma quel che è certo è il pronto e provvidenziale intervento dei sanitari del Suem 118 che l’hanno condotta in ospedale a Conegliano. Non sarebbe però fortunatamente in pericolo di vita. Sul posto anche i carabinieri per comprendere le cause della caduta.

SPORT. A Santo Stefano ci sono i Leoni

Nel fine settimana torna il Guinness PRO14 2020/2021 dopo le due settimane dedicate alla finestra europea, e lo fa per il Round 9 che cade nella settimana di Natale nel “derby weekend”.
A circa quattro mesi di distanza dall’ultima volta, ritorna quindi in Guinness PRO14 il derby italiano fra Benetton Rugby e Zebre Rugby, la partita che sabato (kick-off ore 14.00) chiuderà il sipario sul 2020 dei Leoni. I biancoverdi hanno intenzione di concludere con una prova importante quest’anno, nel primo dei due derby natalizi contro i Ducali.

FESTE. Gli auguri del Vescovo di Treviso

Il vescovo di Treviso, monsignor Michele Tomasi si è adattato ai tempi e ha fatto gli auguri in video messaggio o in presenza rispettando il distanziamento a numerosi gruppi, associazioni e ospiti delle case di riposo, di cura e della casa circondariale di Santa Bona. “Parole che riscaldano il cuore, che cantano la vita, che illuminano la notte. Che belle saranno le nostre Eucaristie quest’anno a Natale, se la parola santa di Dio potrà incontrare queste nostre parole belle e buone, dolci e vitali” scrive poi sulle sue pagine monsignor Tomasi.

 


Condividi sui social