redazione@tgplus.it
TG+

Lockdown, si va verso la proroga al 3 maggio – TG Plus NEWS

1.33KViews
Condividi sui social

Notizie 10 aprile – ed. mattina

Attualità. Lockdown, si va verso la proroga al 3 maggio

Probabilmente l’ufficialità verrà data oggi o al più tardi domani ma l’ipotesi di un prolungamento delle misure restrittive oltre il lunedì di Pasquetta è ormai realtà. Ieri sera i rappresentanti nazionali dei sindacati, uscendo da Palazzo Chigi, hanno confermato che i divieti attualmente in vigore verranno prorogati al 3 maggio prossimo. Selettive invece le riaperture delle attività economiche a partire da martedì: saranno infatti tutte aziende correlate ai servizi essenziali.

Economia. Sport trevigiano in crisi, il sindaco è solidale

Il primo cittadino di Treviso Mario Conte si farà portavoce delle istanze dei club sportivi nei confronti del Governo. Le chiusure anticipate delle competizioni e le altre misure restrittive hanno infatti causato un sensibile danno di bilancio alle società del territorio: “Ho assicurato ai presidenti Zatta, Vazzoler e Moro il mio pieno appoggio – ha ribadito Conte – Come ho promesso di aiutare le attività economiche, così mi impegnerò ad agevolare la ripartenza dello sport”.

Cronaca. Incidente stradale, coinvolto autocompattatore

Momenti di panico ieri ad Oderzo dove un camion di raccolta rifiuti è uscito di strada in via Serravalle schiantandosi contro una cabina dell’alta tensione. Alla base del sinistro, secondo le ricostruzioni delle Forze dell’Ordine, un improvviso malore del conducente che è stato estratto dalla cabina dai vigili del fuoco. La zona è stata messa in sicurezza senza ulteriori rischi per i residenti.

Attualità. Esalazioni mefitiche, roghi nel mirino

Dito puntato sul giardinaggio in questi giorni a Motta di Livenza. A causa della chiusura degli ecocentri più di qualche cittadino ha pensato di risolvere il problema delle sterpaglie bruciandole: le colonne di fumo, avvistate in campagna, portano però anche spiacevoli conseguenze tra cui odori mefitici, lacrimazioni oculari ed irritazioni alle vie respiratorie. Sono numerose le segnalazioni giunte alle autorità in attesa che si faccia luce sulla situazione.


Condividi sui social